Global Digital 2018: il report su Internet e Social Media

Come ogni anno, da ormai sette anni, è arrivato Global Digital 2018, il report di We Are Social in collaborazione con la piattaforma Hootsuite. Un’analisi sull’utilizzo di Internet nel mondo, sui social media e i possibili trend per il 2018. Ecco i numeri del nuovo anno in sintesi.

Screenshot (1)

Sono più di 4 miliardi gli utenti di Internet nel 2018, e sono ben 2,9 miliardi su 3.1 miliardi gli utenti attivi che utilizzano i social media da mobile, un numero che è cresciuto del 14% rispetto al 2017. Gli utenti attivi sui social network corrispondono al 42% della popolazione mondiale, di cui il 39% da mobile.

Screenshot (2)

In Italia il tempo medio speso su Internet ammonta a 6 ore e 8 minuti di cui 2 ore e 20 minuti da mobile, il primato è della Thailandia con 9 ore e 38 minuti e all’ultimo posto troviamo il Marocco con 2 ore e 53 minuti.

Screenshot (13)

Un’ulteriore analisi e conferma dei dati è offerta dal rapporto di OfCom, l’autorità regolatrice delle società di comunicazione nel Regno Unito: nel mese di Agosto 2017 gli utenti hanno trascorso in media più tempo su Facebook che su Google, in Italia e Germania il numero sale a più di 700 minuti in un mese, rispetto a Google che occupa tra i 100 e i 700 minuti.

properties_reach_mobile_europe

Emergono alcuni dati interessanti per quanto riguarda i dispositivi utilizzati per navigare. Il traffico web da desktop è diminuito del 3% dal 2017 ad oggi, mentre quello da dispositivi mobili è aumentato del 4%.Screenshot (14)

Ma passiamo ai dati relativi all’uso dei principali social media, in questo caso Facebook e Instagram.

Gli utenti attivi sui social media in Italia sono il 57%, più della metà della popolazione italiana, con una crescita del 10% nell’ultimo anno. Gli utenti italiani passano in media 1 ora e 53 minuti al giorno sui social media.

Su Facebook gli utenti mensili attivi nel mondo sono 2,17 miliardi e l’88% lo utilizza da mobile. Le fasce d’età che utilizzano maggiormente Facebook sono quelle comprese tra 18-24 e 25-34 anni.

Screenshot (6)-1

Screenshot (18)

Continuando a parlare di percentuali possiamo affermare che la reach dei post è in media l’8% degli utenti fan della pagina, mentre i post sponsorizzati raggiungono il 26,8% del pubblico (copertura totale), affermandosi quindi come strategia vincente rispetto ai post in organica.

Screenshot (6)-2

Instagram conta 800 milioni di utenti attivi al mese, ovvero l’11% della popolazione mondiale e in Italia il 27% della popolazione risulta attiva su questa piattaforma.

Screenshot (7)

Alla luce di questi dati, possiamo sostenere sicuramente il crescente utilizzo degli smartphone per la navigazione su Internet e per l’utilizzo di Instagram, ribadendo quindi l’importanza di creare contenuti che risultino accattivanti e d’impatto anche da mobile.

Inoltre dal report emergono quelle che potrebbero essere le tendenze per il 2018 sul web:

  • La ricerca di prodotti tramite social media, oggi il 59% della popolazione utilizza i social come fonte di informazione e ispirazione nel proprio percorso di acquisto.
  • I social network si confermano come guida per l’acquisizione di Internet e del suo utilizzo nei paesi in via di sviluppo, e devono quindi offrire dei globally scalable products, accessibili anche ad utenti con un livello d’istruzione inferiore.
  • Secondo quanto affermato nel punto precedente, i contenuti di tendenza online sarebbero i video, la ricerca vocale e per immagini, il visual addressing.

Dall’analisi dei dati emergono diversi trend per i social media:

  • La trasparenza da parte dei brand come parola chiave, parlare al proprio pubblico in modo aperto e non ingannevole per distinguersi in un mondo come Facebook che combatte quotidianamente con le fake news.
  • Facebook preferirà i video e i gruppi.
  • Su Instagram il focus resterà la condivisione organica di post, le stories e le dirette, con l’obiettivo di creare una comunità tra i propri followers.
  • YouTube punterà invece al live broadcasting e alla creazione di una social tv.
  • Snapchat potrebbe diventare la piattaforma ideale per scoprire nuovi brand tramite le stories e le Snap Maps che raggiungono oggi un pubblico molto giovane.
  • Conversazioni attive fra utenti in particolare da mobile, per evitare il consumo passivo dei social media.

Screenshot (21)

Infine emergono alcuni dati interessanti sull’utilizzo dell’e-commerce: secondo il report il 53% della popolazione italiana ha effettuato acquisti online il mese scorso, e il 24% di questi acquisti e avvenuto da mobile. Tra le categorie più gettonate per lo shopping online ai primi posti troviamo fashion e beauty, elettronica e hobby, arredamento e viaggi.

Dalle analisi dei dati si può quindi sottolineare la crescente integrazione tra e-commerce e social media, e le tendenze emergenti sono:

  • Ads per lo shopping
  • Supporto immediato tramite bot per ricreare la customer care dei negozi fisici.
  • Social payments ovvero l’introduzione dei metodi di pagamento nelle app social.
  • L’integrazione delle possibilità offerte dall’e-commerce con gli store fisici, per rendere l’esperienza di acquisto il più semplice possibile.

Screenshot (20)

 

 

 

 

 

 

Erica