Le app di editing che dovresti conoscere

La fotografia è oggi alla portata di tutti, semplice e di qualità grazie allo smartphone. L’inquadratura è sicuramente importante per scattare una bella fotografia, ma quello che può davvero cambiarla e renderla quasi professionale è l’editing. Ecco quali sono le app che devi conoscere per editare le tue foto!

Adobe Lightroom CC

L’app è gratuita per le funzioni base, questa versione supporta le foto scattate da telefono in formato JPG ma non in formato RAW, ovvero il formato “grezzo”. Il suo utilizzo è semplice ed intuitivo, si possono modificare luminosità, ombre, contrasto e colore, oppure utilizzare la curva di viraggio per sperimentare l’effetto che più ci piace spostando la curva stessa. E con nitidezza e chiarezza possiamo mettere in risalto i dettagli della foto.

Il risultato è una foto più professionale, personale e decisamente più d’impatto!

 

VSCO

Un classico per chi è amante dei filtri o dell’effetto vintage. L’app offre una serie di preset, quindi impostazioni predefinite di luce, colore, saturazione, da applicare sulle foto per dargli un taglio personale. Molti filtri sono gratuiti, altri sono a pagamento e una volta acquistati restano nostri e possiamo utilizzarli in ogni occasione.

 

Afterlight

Anche Afterlight si candida come app perfetta per gli amanti delle foto in stile “ritrovamento nel baule in soffitta”. Le possibilità sono svariate, dall’effetto fascio di luce simile alla pellicola rovinata, ai graffi, e ancora filtri, luci e infinite opzioni di editing. I filtri offerti da quest’app sono particolarmente indicati per le foto di paesaggi, ma non solo.

 

Picsart

Questo strumento è per i più creativi, per chi vuole sperimentare, scrivere sulle proprie foto, aggiungere stickers, cornici e tanti effetti particolari come la sfocatura geometrica. O ancora per chi vuole trasformare la propria foto in un quadro, applicare in modo semplice l’effetto HDR o dare un tocco alla foto con un bordo colorato. Le funzioni sono tantissime, dalle classiche alle più estrose.

 

Studio Design

Utile per creare grafiche semplici, aggiungere frasi, parole e simboli come frecce, linee, o ancora forme di qualsiasi tipo. Molto originale e semplice da utilizzare. Anche qui si possono applicare una serie di filtri!

 

Snapseed

Un’altra app per ricreare l’effetto “pellicola rovinata” che sa tanto di vintage. Ma non solo, si possono applicare anche sfocature, filtri, modificare e regolare l’intensità del filtro stesso o dei graffi sulla pellicola per scegliere lo stile che preferiamo.

Tutte le app hanno un tratto comune, la possibilità di modificare semplicemente i parametri come la luce, la vignettatura, i colori. Questo fa sì che una semplice foto, senza cornici, scritte o particolari effetti, possa diventare personale e creare una linea guida per tutti gli scatti che possiamo caricare ad esempio su Instagram per ottenere una gallery omogenea e personale senza utilizzare i filtri preimpostati della piattaforma.

Erica