Programmatic Advertising

Online advertising
La forza di una campagna di online advertising è unire creatività ed efficacia. Un valore misurabile, un riscontro reale.

La cartellonistica del nuovo secolo, ma con milioni di clic fatti dall’utenza giusta, dai tuoi clienti potenziali.

Il nostro approccio programmatic permette di avere il massimo dalle proprie campagne, con un’ottimizzazione costante e in tempo reale.

Ve lo spieghiamo qui sotto, in 2 minuti.

canali-02

Programmatic Advertising? Un breve approfondimento

Con il termine programmatic advertising si fa riferimento a qualsiasi compravendita pubblicitaria gestita in modo automatizzato tramite una piattaforma tecnologica. Si tratta di una rivoluzione inarrestabile che sta modificando le regole della pianificazione pubblicitaria online, abituata per tradizione a lunghe trattative tra concessionarie e centri media affinché Advertiser e Publisher possano raggiungere un accordo. Continuano ad esistere advertiser ed editori, ma si rapportano in maniera diversa, più rapida, con un maggior ritorno dell’investimento e con risultati precisi, misurabili, ottimizzabili.

Programmatic advertising, cosìè?

Programmatic Ad buying

La nostra gestione dell’advertising online avviene attraverso piattaforme in larga parte automatizzate (per l’acquisto e la pubblicazione), sia tramite acquisti diretti con il publisher o su circuiti pubblicitari scelti (programmatic direct). Si utilizzano con logiche molto simili, se non identiche, a quelle dell’online trading (Real time bidding). Però compriamo posizionamenti e impression. Questo differisce sostanzialmente dalla contrattazione utilizzata tradizionalmente, garantendo il miglior rendimento, la migliore visibilità, il minor costo.

Programmatic advertising network e publisher

In tempo reale con il Real time bidding (RTB)

Una delle forme più utilizzate di Programmatic buying consiste nell’utilizzo di piattaforme RTB. Si tratta di una vera e propria “asta”, che lavorando in tempo reale consente di acquisire particolari posizionamenti, spazi di publisher e circuiti, aggiudicandosi la “pubblicazione” in tempo reale.

Oppure, scegliere il Programmatic Direct

Ciò che non è gestito tramite RTB ricade nell’efficiente canale del Programmatic Direct, che utilizza piattaforme automatizzate in grado di massimizzare il rendimento ma senza logiche di RTB, bensì permettendo di comprare impression garantite, in anticipo, e su canali pubblicitari scelti. L’automazione permette in questo caso di raggiungere l’audience giusta, tramite la targetizzazione, il remarketing, ecc.

L’audience giusta tramite le Data Management Platform (DMP)

Come possiamo essere sicuri che, indipendentemente dalla metodologia, dal canale o dal circuito scelto, la mia campagna arrivi al cliente potenziale? Grazie alle piattaforme DMP. Utilizziamo i dati relativi alle abitudini e agli interessi dei nostri clienti potenziali, che i nostri sistemi sfruttano per poter presentare il vostro annuncio al vostro potenziale cliente, al momento giusto. Questi vengono selezionati, in base ad età, interessi, reddito, cultura, acquisti precedenti… Decidete voi!

Il sorpasso

Nel 2017 il budget per il Programmatic advertising, nelle sue varie ramificazioni, sorpasserà quello per la pubblicità televisiva (e il Programmatic è già sulle principali piattaforme video online…). Occorre esserci, subito.

Complesso?

Sembra, ma per chi investe lo è affatto, essendoci una resa molto chiara e semplicemente misurabile. Ed è il bello dell’online advertising. La cosa migliore da fare? Parlarne assieme.